Ask me anything   Submit   identità luoghi scritture del novecento toscano

Idelfonso Nieri,  Una sbornia a ferma là!

Idelfonso Nieri,  Una sbornia a ferma là!

Viareggio - Un carico di vino in fiaschi di paglia agli inizi del 900  - Foto tratta da "Come eravamo-Lucca" - Ed. Il Tirreno

Topo la vera ciucca la piglia di rado, perchè si tien ritto cogli stecchi, povero cristianaccio, scannato miserabile che fa venire i brividi a vederlo; ma se gli riesce alle spalle degli altri, non si perde per corto.

Quando va a qualche spaglio, la festa, sai? per la nascita di qualche figliuolo, che s’invitano i parenti e anche gli amici più stretti (nel pian di Lucca la chiamano impagliata),…

View On WordPress

— 3 ore fa
#Cento racconti popolari lucchesi  #Lucca  #Nieri Idelfonso  #Toscana  #Tuscany  #Versilia  #Viareggio 
Idelfonso Nieri, La passione per il rumme

Idelfonso Nieri, La passione per il rumme

Lucca - Sosta al caffè  - Foto tratta da "Come eravamo-Lucca" - Ed. Il Tirreno

Manfròllo era briaco fisso da una settimana all’altra, e morì all’ospedale bruciato dentro dai liquori. Ma era bello veder quest’uomo la mattina di levata, col su’ mezzo bicchier di rumme, che stava lì e se lo gusteggiava, se lo traguardava contro l’aria, e proprio ci faceva all’amore; poi se lo sgarganellava in tre o quattro tirate come se fosse acqua fresca.

Lucca - Sosta al caffè  - Foto tratta da "Come eravamo-Lucca" - Ed. Il Tirreno

Lucca – Sosta al caffè – Foto tratta…

View On WordPress

— 1 giorno fa
#Cento racconti popolari lucchesi  #Lucca  #Nieri Idelfonso  #Toscana  #Tuscany 
Idelfonso Nieri,  Coll’arte e coll’inganno viveva mezzo l’anno

Idelfonso Nieri,  Coll’arte e coll’inganno viveva mezzo l’anno

Lucca - Entrata in San Martino per la messa domenicale  - Foto tratta da "Come eravamo-Lucca" - Ed. Il Tirreno

«Quelli lì non periran mai».
«Perchè?»
«Perchè son della razza delle civette. Vedete come san far bene gl’inchini! Come giran bene la testa! Che testa girevole che hanno! E come si sberrettano, come si scappellano, come si piegan facile nel fil delle rene! E il maestro di tutta la casata è Bòbbola. Chiunque incontri per la via: «Riverito! Riverito! Sta bene? E stato sempre bene? Servo suo! Ben…

View On WordPress

— 2 giorni fa
#Cento racconti popolari lucchesi  #Lucca  #Nieri Idelfonso  #Toscana  #Tuscany  #Un furbacchione 
Guido Carocci, Valdarno: Signa

Guido Carocci, Valdarno: Signa

LASTRA A SIGNA — MURA DEL CASTELLO - Foto tratta dal libro "Il Valdarno da Firenze al mare", 1906

L’origine di quest’antico castello, oggi paese popoloso ed animato, è incerta, com’è restata nel mistero l’etimologia del nome col quale esso è distinto fin da tempi remoti. In antico esso ebbe fra i paesi toscani importanza non comune per ragioni militari ed al tempo stesso per cause di commercio.

PONTE A SIGNA - Foto tratta dal libro "Il Valdarno da Firenze al mare", 1906

PONTE A SIGNA – Foto tratta dal libro “Il Valdarno da Firenze al mare”, 1906

Situato nel luogo dove…

View On WordPress

— 3 giorni fa
#Carocci Guido  #Il Valdarno da Firenze al mare  #Signa  #Toscana  #Tuscany  #Valdarno 
Lorenzo Viani, Alla fiera dell’Impruneta
Jacopo Callot - La Fiera dell'Impruneta

La celebre stampa di Jacopo Callot: La fiera dell’Impruneta e la notizia che in quel bel paese, grigio d’olivi, rosso di pampini, verde di pini, – l’Impruneta si chiamò un tempo In pineta, – nel giorno della fiera si faceva una vera strage di polli e di tordi, infilzati entro schidioni lunghi quanto due soldi di spago, mi hanno spinto su questi colli interchiusi tra Ema e la Greve.

Jacopo Callot - La Fiera dell'Impruneta

Jacopo Callot…

View On WordPress

— 4 giorni fa
#Firenze  #Florence  #Il nano e la statua nera  #Impruneta  #Toscana  #Tuscany  #Viani Lorenzo 
Guido Carocci, Valdarno – Ponte a Signa  

Al Ponte a Signa, oggi popolosa borgata posta alla testa dell’antico ponte medievale che traversa l’Arno collegandosi colla parte bassa del paese di Signa, merita d’essere osservato il 

Guido Carocci, Valdarno – Ponte a Signa  

Al Ponte a Signa, oggi popolosa borgata posta alla testa dell’antico ponte medievale che traversa l’Arno collegandosi colla parte bassa del paese di Signa, merita d’essere osservato il 

— 6 giorni fa
#Carocci Guido  #Firenze  #Il Valdarno da Firenze al mare  #Ponte a Signa  #Signa  #Toscana  #Tuscany  #Valdarno 
Guido Carocci, Valdarno – Castello di Malmantile

La strada Pisana, nel suo antico percorso, serpeggia pei colli a mezzogiorno della Lastra e giunge al 

Guido Carocci, Valdarno – Castello di Malmantile

La strada Pisana, nel suo antico percorso, serpeggia pei colli a mezzogiorno della Lastra e giunge al 

— 1 settimana fa
#Carocci Guido  #Firenze  #Il Valdarno da Firenze al mare  #Malmantile  #Toscana  #Tuscany  #Valdarno 
Guido Carocci, Peretola
PERETOLA — CHIESA DI S. MARIA — CIBORIO DI LUCA DELLA ROBBIA - Foto tratta dal libro "Il Valdarno da Firenze al mare", 1906

Peretola, posto sulla sponda del Canale Macinante, scavato fin da tempo remoto per dar moto ad opifici e a mulini, è il primo di questi borghi nei quali l’industria dei lavori di paglia ha costantemente occupato la maggior parte della popolazione.

Peretola, donde venne a Firenze la famiglia del gran navigatore Amerigo Vespucci, è artisticamente importante per la sua chiesa di S. Maria,…

View On WordPress

— 1 settimana fa
#Carocci Guido  #Firenze  #Florence  #Il Valdarno da Firenze al mare  #Peretola  #Toscana  #Tuscany  #Valdarno 
Idelfonso Nieri, Ho detto: doman vedrem chi èglie

Idelfonso Nieri, Ho detto: doman vedrem chi èglie

Lucca - Borgo Giannotti - Agricoltori vendono i propri prodotti - Foto tratta da "Come eravamo-Lucca" - Ed. Il Tirreno

Èglie, per chi non lo sapesse, vuol dire: è. E questo è un motto usato al mio paese, benché a a poco poco venga perdendo voga; e rappresenta la cocciutaggine che non conosce ragione, e il me ne infischio di chi ha sposato una massima e opera e va avanti diritto per la sua strada a ogni costo, nè gli preme un corno dell’ultima riuscita, quand’anche ci avesse a rimettere il nodo del collo, ma la…

View On WordPress

— 1 settimana fa
#Cento racconti popolari lucchesi  #Lucca  #Nieri Idelfonso  #Toscana  #Tuscany 
Idelfonso Nieri, La parlata lucchese

Idelfonso Nieri, La parlata lucchese

Lucca - P.za S.Michele-Mercato delle granaglie che si teneva il sabato a mezzogiorno, ma al suono dell'Angelus tutti si fermavano e in ginocchio pregavano  - Foto tratta da "Come eravamo-Lucca" - Ed. Il Tirreno

Intitolo questo libretto Racconti Popolari Lucchesi, perchè la materia è presa pari pari di mezzo al mio popolo ed io non ho inventato niente; ma la dicitura l’ho rifatta di mio, conformandomi pienamente all’indole e al parlare del mio popolo, in cui son nato e ho passato tutta la prima parte della vita, studiandolo continuamente in tutte le manifestazioni del pensiero, cogliendo dalla sua bocca…

View On WordPress

— 1 settimana fa
#Cento racconti popolari lucchesi  #Lucca  #Nieri Idelfonso  #Toscana  #Tuscany 
Lorenzo Viani, «Ci fa certo vino alla Maulina!»

Lorenzo Viani, «Ci fa certo vino alla Maulina!»

Valdicastello

Dopo il vino, della Maulina, Giosuè Carducci lodò la gente, Maulina terra di Lucchesia interchiusa tra la Freddana e il Serchio:

«Qui gente buona, semplice, laboriosa; mi pare che mi rifarei fra questi vecchi onesti e diritti e faticanti, fra questi giovani robusti e modesti lavoratori, fra queste donne buone e schiette e che parlano così bene, fra questi bambini che all’occorrenza vanno scalzi.…

View On WordPress

— 1 settimana fa
#Carducci Giosuè  #Il cipresso e la vite  #Lucca  #Toscana  #Tuscany  #Valdicastello  #Versilia  #Viani Lorenzo 
Guido Carocci, Valdarno, Badia a Settimo

Guido Carocci, Valdarno, Badia a Settimo

BADIA A SETTIMO — FACCIATA E CAMPANILE - Foto tratta dal libro "Il Valdarno da Firenze al mare", 1906

 La storia di quest’antica abbazia ha il suo inizio dal 900 e le molte e singolari vicende del suo svolgimento si connettono di continuo colla storia generale della Repubblica Fiorentina. La sua costruzione gigantesca, che associa in un insieme meraviglioso i caratteri di un forte castello medievale toscano, colle tracce dell’architettura francese di tempi remoti e colle forme classiche e gentili…

View On WordPress

— 1 settimana fa
#Badia a Settimo  #Carocci Guido  #Il Valdarno da Firenze al mare  #Toscana  #Tuscany  #Valdarno 
Guido Carocci, Valdarno, Scandicci

Guido Carocci, Valdarno, Scandicci

S. MARTINO ALLA PALMA - Foto tratta dal libro "Il Valdarno da Firenze al mare", 1906

Poco lungi di qui, sulla riva stessa del fiume, che scende dalle alte poggiate del Chianti ricoperte di vigneti che producono in abbondanza i vini universalmente celebrati, è un fiorente villaggio di moderna origine, Scandicci, capoluogo di un vasto comune costituitosi coi territori di due delle 72 Leghe nelle quali era ripartito il contado fiorentino: Casellina e Torri.

PONTE A GREVE - CASTELLO DI CALCHERELLI O DELL'ACCIAJUOLO - Foto tratta dal libro "Il Valdarno da Firenze al mare", 1906

PONTE A GREVE – CASTELLO…

View On WordPress

— 2 settimane fa
#Acciajuolo  #Carocci Guido  #Firenze  #Il Valdarno da Firenze al mare  #Scandicci  #Toscana  #Tuscany  #Valdarno 
Guido Carocci, Valdarno, la via Pistojese e la via Lucchese

Guido Carocci, Valdarno, la via Pistojese e la via Lucchese

Monte Morello

Un’ampia pianura, in epoca remota squallida e palustre, oggi fertilissima, popolata d’innumerevoli paesi, sparsa di leggiadre case di villeggiatura, intersecata in ogni senso da una fitta rete di comode strade, si distende a ponente di Firenze, e in mezzo ad essa mollemente serpeggia l’Arno, mentre tutt’all’intorno le colline ubertose formano una gentile corona che ha per gemme i suntuosi palazzi…

View On WordPress

— 2 settimane fa
#Arno  #Carocci Guido  #Castello  #Firenze  #Il Valdarno da Firenze al mare  #Monte Morello  #Rifredi  #Toscana  #Tuscany  #Valdarno 
Lorenzo Viani, Il Carducci e gli  «arruotini impazziti»

Lorenzo Viani, Il Carducci e gli  «arruotini impazziti»

Viareggio - Un gruppo di ... velocipedisti - Foto tratta da Nuova Viareggio Ieri N.18-marzo 1997

Un pomeriggio di qualche anno fa, in compagnia del vecchio amico Brilli, passeggiavo sull’argine di un fiume, difeso dai veicoli che transitavano sulla via maestra da una fitta piantagione di pioppi, inghirlandati di pampini, quando un ciclista, sbisciando tra un albero e l’altro, con la ruota anteriore frisò il pastrano del Brilli; egli vecchio, ma impetuoso, gli urlò:

– Arruotino impazzito!
–…

View On WordPress

— 2 settimane fa
#Carducci Giosuè  #Il cipresso e la vite  #Toscana  #Tuscany  #Viani Lorenzo  #Viareggio