Ask me anything   Submit   identità luoghi scritture del novecento toscano

Lorenzo Viani, Visita a Castelvecchio

Lorenzo Viani, Visita a Castelvecchio

Castelvecchio Pascoli - La casa del poeta

Portato da una macchina al cui volante è un giovane medico, sono risalito in vetta al colle di Caprona. L’automobile rampica arditamente su per le redole, profumate d’erba nascente, bofonchiando come un calabrone di metallo; i paesani di Castelvecchio, vecchi e ragazzi, chè le donne son tutte su per le selve, sporgono il capo dalle pendane delle viti sostenute ai giovani pioppelli per vedere…

View On WordPress

— 1 giorno fa
#Barga  #Castelvecchio Pascoli  #Il cipresso e la vite  #Pascoli Giovanni  #Toscana  #Tuscany  #Viani Lorenzo 
 Lorenzo Viani, Tra le carte del «Mago»

 Lorenzo Viani, Tra le carte del «Mago»

Lucca

Qualche anno fa, in Lucca, una sera di vento e di piovasco, un uomo basso e pingue, discretamente intabarrato, si aggirava cauto, sospettoso, guardingo, nei pressi della «Scuola serale Volpi», spiando, di sotto le gronde di un cappello a fungo pioppino, i ragazzi che sfalcavano dai vicoli e dai chiassoli per raggiungere ratti la scuola, allogata in un palazzo vescovile. Per una fuga di…

View On WordPress

— 3 giorni fa
#Brilli Ugo  #Carducci Giosuè  #Il cipresso e la vite  #Lucca  #Pascoli Giovanni  #Toscana  #Tuscany  #Viani Lorenzo  #Viareggio 
Lorenzo Viani, Confortini e caramelle

Lorenzo Viani, Confortini e caramelle

Carducci  - Foto tratta da "Come eravamo-Lucca" - Ed. Il Tirreno

Nei soggiorni che, da giovane giovane, ho fatto nelle grandi città strepitose, spesso conditi di tedio, mi riducevo sovente nei parchi solitari, nei giardinetti appartati, nei cimiteri antichi sulle cui mura una rete fittissima, contesta di edere e cuoricini, pare ammagli i pensieri di tristezze mortali. I viandanti, in quei gorghi vorticosi d’uomini e veicoli, gravitano verso l’«esteriore» e con…

View On WordPress

— 5 giorni fa con 1 nota
#Carducci Giosuè  #Castelvecchio  #Il cipresso e la vite  #Lucca  #Pascoli Giovanni  #Toscana  #Tuscany  #Viani Lorenzo 
Guido Carocci, San Miniato – dintorni

Nei dintorni di San Miniato, fra le valli dell’Arno, dell’Elsa, dell’Evola e dell’Era, sorgono villaggi, castelli e casali che fecero parte del territorio della piccola repubblica costituitasi dopo la decadenza del dominio imperiale e molti di essi offrono tuttora un interesse speciale per i resti di antiche rocche, per edifizi di carattere medioevale, per le chiese di bella costruzione e non sprovviste di qualche pregevole opera d’arte.

Guido Carocci, San Miniato – dintorni

Nei dintorni di San Miniato, fra le valli dell’Arno, dell’Elsa, dell’Evola e dell’Era, sorgono villaggi, castelli e casali che fecero parte del territorio della piccola repubblica costituitasi dopo la decadenza del dominio imperiale e molti di essi offrono tuttora un interesse speciale per i resti di antiche rocche, per edifizi di carattere medioevale, per le chiese di bella costruzione e non sprovviste di qualche pregevole opera d’arte.

— 6 giorni fa
#Carocci Guido  #Cigoli  #Il Valdarno da Firenze al mare  #Monte Bicchieri  #San Miniato  #Toscana  #Tuscany  #Valdarno 
Guido Carocci, San Miniato

Guido Carocci, San Miniato

S. MINIATO — DALLA CHIESA DI S. PIETRO ALLE FONTI - Foto tratta dal libro "Il Valdarno da Firenze al mare", 1906

All’estremità occidentale del piano empolese, sopra il vertice ondulato di un poggio che a guisa di sprone si protende verso la valle dell’Arno, distende la lunga linea dei suoi edifizi la città di San Miniato, alternativamente chiamata al Tedesco e al Fiorentino, capoluogo di un vasto circondario della provincia di Firenze. La lunga e irregolare distesa delle sue case biancheggianti, interrotta…

View On WordPress

— 1 settimana fa
#Carocci Guido  #Il Valdarno da Firenze al mare  #San Miniato  #Toscana  #Tuscany  #Valdarno 
Guido Carocci, Da Empoli a Pontedera

Guido Carocci, Da Empoli a Pontedera

EMPOLI — CHIESA ALLA MADONNA DEL POZZO O DI FUORI - Foto tratta dal libro "Il Valdarno da Firenze al mare", 1906

Empoli giace in mezzo ad uno dei tratti più ampi ed aperti del Valdarno Inferiore. Appoggiata da un lato all’argine dell’Arno, ha tutt’all’intorno un estesissimo raggio di pianura. Le colline che corrono parallele al corso del maggior fiume toscano par che in questo punto si siano tratte indietro per costituire come un contr’argine o, meglio ancora, un immenso anfiteatro. All’estremità di questo…

View On WordPress

— 1 settimana fa
#Carocci Guido  #Empoli  #Il Valdarno da Firenze al mare  #Toscana  #Tuscany  #Valdarno 
Idelfonso Nieri, Hanno rispartito il mondo

Idelfonso Nieri, Hanno rispartito il mondo

Alpi apuane - Corchia e Pania

Questo Drea era anche lui uno di quelli che o per burla o per da vero, dicono che il mondo è fatto male, e che non c’è giustizia: a chi troppo, a chi poco, a chi nulla: chi nuota nell’oro, bello pari in mezzo a tutti i comodi, e chi frigge nella miseria e pate di tutti gli stenti; e che bisogna rifar le parti, e che ognuno abbia la sua.

Un giorno dunque del Quarantotto, che a Lucca c’erano state…

View On WordPress

— 1 settimana fa
#Alpi Apuane  #Cento racconti popolari lucchesi  #Lucca  #Nieri Idelfonso  #Pania  #Toscana  #Tuscany 
Lorenzo Viani, La festa delle frittelle e delle «padelle»

Lorenzo Viani, La festa delle frittelle e delle «padelle»

Torre del Lago Puccini - Chiesa di S.Giuseppe - Foto tratta da Nuova Viareggio Ieri N.11-marzo 1994

Poco lontano da Torre del Lago c’è Castelvecchio Pascoli, di qui si scorge la vetta della Pania sotto cui s’acchioccia la casa del Poeta, giù, nel cuore della Maremma, di cui si scorgono i piani di Pisa che sono come l’antemurale di quella terra, c’è la stazione di Castagneto Carducci.
La proposta di mettere il nome del Maestro sulla facciata della piccola stazione di Torre non ebbe fortuna.…

View On WordPress

— 1 settimana fa
#Il cipresso e la vite  #Puccini Giacomo  #Torre del Lago Puccini  #Toscana  #Tuscany  #Viani Lorenzo  #Viareggio 
Idelfonso Nieri, Burla a un cacciatore

Idelfonso Nieri, Burla a un cacciatore

Castiglione Garfagnana - Cacciatori alla partenza per una battuta - Foto tratta da "Come eravamo-Lucca" - Ed. Il Tirreno

Una volta ero in un caffè, e lì a un tavolino dicontro al mio una brigata di giovanotti ragionavano di caccia, e uno diceva:
«Io non dico, la gamba in un cacciatore è qualcosa, ma per isternacchiarli da vero ci vuole occhio, non avvinarsi e snellezza; snellezza ci vuole! Non s’hanno anche a esser mossi, che devono avere la carica addosso. Come mi fanno scappar le risa certiduni che per andare a…

View On WordPress

— 1 settimana fa
#Cento racconti popolari lucchesi  #Lucca  #Nieri Idelfonso  #Toscana  #Tuscany 
Idelfonso Nieri,  Pecchino
Atopascio la festa dell'uva  - Foto tratta da "Come eravamo-Lucca" - Ed. Il Tirreno

Temistocle non poteva dormire, perchè le grandi vittorie di Milziade gli levavano il sonno; Alessandro il Grande non poteva dormire e piangeva la notte, quand’era quel bello stellato, perchè vedeva lassù per aria tanti mondi e lui non poteva conquistare altro che questo qui; Napoleone Primo vegliava a nottate sane pensando come fare per doventar padrone di tutta l’Europa, e anche Pecchino non…

View On WordPress

— 2 settimane fa
#Cento racconti popolari lucchesi  #Lucca  #Nieri Idelfonso  #Toscana 
Guido Carocci, Empoli
EMPOLI — FACCIATA DELLA COLLEGIATA DI S. ANDREA - Foto tratta dal libro "Il Valdarno da Firenze al mare", 1906

Vi fu un tempo nel quale Empoli fu il centro commerciale più importante di tutto il contado fiorentino. Posta nel mezzo della Toscana, dove convergono gli stradali che la valle dell’Arno mettono in comunicazione colle contrade più popolose e più ricche della nostra regione, circondata da campagne feracissime e da luoghi popolosi, la terra d’Empoli fu come una grande stazione, un immenso deposito…

View On WordPress

— 2 settimane fa
#Carocci Guido  #Empoli  #Il Valdarno  #Toscana  #Tuscany 
Guido Carocci,  Pontorme – Empoli

Guido Carocci,  Pontorme – Empoli

PONTORME PRESSO EMPOLI — VIA JACOPO CARRUCCI

Giù nel piano poi, fra Montelupo ed Empoli, si succedono lungo la via Pisana borghi e casali popolosi.

Primo: la Torre che prende nome dalla torre di un vecchio e ben difeso mulino sull’Arno, poi Fibbiana che ha nella sua chiesa una statua di S. Rocco di Giovanni Della Robbia, quindi Cortenova dove la chiesa di S. Maria conserva una Annunciazione dipinta a fresco dai Gaddi e finalmente Pontorme.

PONTORME PRESSO EMPOLI — VIA JACOPO CARRUCCI - Foto tratta dal libro "Il Valdarno da Firenze al mare", 1906

View On WordPress

— 2 settimane fa
#Carocci Guido  #Empoli  #Il Valdarno da Firenze al mare  #Pontorme  #Toscana  #Tuscany 
Lorenzo Viani, Il garzoncello Giacomo

Lorenzo Viani, Il garzoncello Giacomo

Torre del Lago - Casa Puccini

Tristezza delle giornate invernali, diacce e pioverne, in una città abituata al frastuono del Carnevale balneare: chi canterà la vostra desolazione? Gli assiti recingono i «bagni», riducendoli come tristi luoghi di pena: i fior spampanati degli ombrelloni, zebrati di lacca e cobalto, pare siano stati portati via dal vento impetuoso di libeccio; quello verde-ramarro di tela incerata che tragitta…

View On WordPress

— 2 settimane fa
#Il cipresso e la vite  #Puccini Giacomo  #Torre del Lago Puccini  #Toscana  #Tuscany  #Viani Lorenzo 
Lorenzo Viani, «La Bohème» ritorna al suo paese

Lorenzo Viani, «La Bohème» ritorna al suo paese

Torre del Lago Puccini - La casa di Puccini

Proverbio vecchissimo:
«Dopo tanti anni e tanti mesi, l’acqua passata ritorna ai suoi paesi».

Così La Bohème, dopo aver girato e rigirato il mondo, ritorna al suo luogo di nascita. Sul lago si sta facendo una vasta impalcatura e le sponde friabili le stanno rassodando con piantate di pini. Quando Mimì apparirà al proscenio scruterà verso il luogo del «Cecio» cercando la capanna di «Gamba di merlo»…

View On WordPress

— 3 settimane fa
#Il cipresso e la vite  #Puccini Giacomo  #Torre del Lago Puccini  #Toscana  #Tuscany  #Viani Lorenzo  #Viareggio 
Idelfonso Nieri,   O che bel canzonare il prossimo!

Idelfonso Nieri,   O che bel canzonare il prossimo!

Bagni di Lucca- Famiglia c ontadina- Foto tratta da "Come eravamo-Lucca" - Ed. Il Tirreno

C’era una volta un contadino povero scannato, ma miserabile al più non possum, parte per una gran tavolata di figliuoli che si raccapezzava, e parte per l’annatacce pessime; e se ne lamentava con un prete invidiando lo stato suo:   «Buon per loro! diceva; loro sì che son felici colle spalle appoggiate a un campanile!

Chi vuol esser felice in questo mondo,
S’appoggi a un campanile o a un sasso…

View On WordPress

— 3 settimane fa
#Cento racconti popolari lucchesi  #Lucca  #Nieri Idelfonso  #Toscana  #Tuscany